Get Adobe Shockwave Player

Get Adobe Shockwave Player

foto
fotoHome fotoAmici fotoAnnunci fotoImmagini fotoSHOP fotoIncontri fotoRisorse fotoCuriosando foto
Tu sei qui: Home | PraticheSessuali | SexExtreme | CBT-Piercing |








Menu
Extreme - Piercing

- Pratiche Sex
- Sex Extreme
- Piercing
- Play Piercing
- Sutura
- Anatomia
- Salute

Piercing

Il piercing letteralmente significa perforazione e si riferisce e nelle pratiche sessuali di Sadomaso, Bdsm, Extreme indica la pratica di forare alcune parti intime del corpo umano maschile o femminile allo scopo di introdurre oggetti in metallo come abbellimento. Il piercing ha origini molto antiche e aveva lo scopo di distinguere i vari ruoli all'interno della tribù così da rendere pubblico il rapporto che lo legava al gruppo di appartenenza.
In Egitto, ad esempio, è nato il piercing all'ombelico come segno distintivo di regalità. I centurioni romani utilizzavano invece il piercing ai capezzoli in segno di virilità e coraggio mentre le antiche antiche donne romane usavano il piercing ai capezzoli come abbellimento e ingrandimento dei loro seni.

Nelle pratiche sessuali Sadomaso e Bdsm extreme il piercing viene eseguito prettamente nelle parti intime sia dell'uomo che della donna e oltre ad una fonzione prettamente estetica serve anche a comunicare l'appartenenza o la predilezione a determinate pratiche sessuali di Sadomaso, Bdsm o Extreme ma anche la semplice l'appartenenza al mondo bsd se posizionato nel lato sinistro del corpo. Oltre a ciò il piercing permanente ha lo scopo di esaltare l'acutizzazione delle varie parti intime oggetto di piercing e di costituire punto di partenza "fisso" per gli stiramenti della parte intima.

Sul piano puramente fisico, il farsi perforare il corpo accettando di buon grado l'introduzzione di un corpo estraneo è una delle sensazione più forti che si possa provare. Una volta guarita la parte intorno al foro, questa diventa ricettiva al piacere in quanto i nervi intorno al piercing diventano molto più sensibili. Alcune esperienze parlano addirittura di lembi di corpo mutate in ipersensibili dopo aver praticato il foro: si tratta di quelle porzioni di pelle immediatamente vicine alla perforazione che prima erano solamente piacevoli e poi si sono evolute in erotiche con addirittura collegamenti alla zona genitale rendendo il sesso più appagante.

E' altamente sconsigliato praticarsi il "piercing permanente" se non dopo un approfondito addestramento da perte di un valido professionista in quanto le conoscenze necessarie per poter operare in sicurezza sono notevoli e approfondite e i danni causati dall'incompetenza rimangono permanenti.

  • Piercing Femminile

    • CLITORIS
      dato il suo posizionamento cruciale, occorrono circa sei settimane per la cicatrizzazione e può essere messo perforando la base del clitoride sia orizzontalmente che verticalmente.
    • HOOD
      è praticato bucando la pelle che ricopre il clitoride e può essere bucato sia verticalmente che orizzontalmente. La cicatrizzazione è veloce.
    • INNER LABIA
      Piercing attuato sulle piccole labbra e certo tra i body piercing più comuni e facili da fare: i leggeri lobi dei genitali femminili sono relativamente veloci e facili alla cicatrizzazione.
    • OUTER LABIA
      Le grandi labbra sono più spesse delle piccole e occorrerà un po’ di tempo in più per la cicatrizzazione ma possono essere forate in tutta la loro lunghezza anche se forare troppo in basso può provocare qualche disagio nel sedersi. Nell’Impero Romano la pratica dell’infibulazione era usata non per motivi erotici ma piuttosto il contrario ovvero una sorta di prevenzione, una garanzia di castità.
  • Piercing Maschile

    • Ampallang
      praticato nei paesi dell’oceano indiano ancora pochissimo conosciuto nel mondo occidentale. Questo piercing "dell’iniziazione" è messo orizzontalmente, attraverso la punta del pene e può, o non passare o passare dall’uretra a seconda della posizione scelta. Necessita di una lunga guarigione.
    • Apadravya
      è un piercing posto in verticale che prende tutta la punta del pene e posto in modo che l’estremità inferiore esca dalla base del pene. Viene nominato anche nel kamasutra ed è fra i piercing più difficili da eseguire e per la sua guarigione occorrono vari mesi.
    • Dydoes
      sono barrette di solito usate in coppia collocate attorno al bordo del glande. Esse sono in acciaio chirurgico con chiusure da entrambi i lati. Questo piercing dydeos è fatto solo su persone circoncise e la sua cicatrizzazione avviene all’incirca in 4/6 settimane.
    • Foreskin
      questo piersing è fatto per aumentare le sensazioni dato che è posto sul prepuzio. Queste maggiori sensazioni sono causate dallo sfregamento dell’anello sul glande, ma anche per mantenere la castità ovvero mediante un anello o lucchetto infilato nel foro, in modo che la pelle del prepuzio vada a coprire la punta del pene impedendo al glande di uscire. Per la sua guarigione occorrono all’incirca tre mesi.
    • Fremulo
      questo è un piercing usato esclusivamente per preservare la castità maschile. Esso viene realizzato bucando la pelle che sta sotto la base del pene. L’anello messo attraverso il foro, va a circondare la punta del pene; la misura dell’anello e il suo posizionamento sono molto importanti per la riuscita dell’intento. La cicatrizzazione qui avviene nel giro di tre mesi.
    • Guiche
      usato dai maschi del Sud Pacifico e praticato come rito propiziatorio durante la pubertà: il piercing è orizzontale, fatto nel lembo di pelle tra lo scroto e l’ano. Non è facile conviverci specie se si fa una vita molto sedentaria.
    • Hafada
      usato come rituale arabo propiziatorio per chi raggiunge l’età adulta e abbandona la pubertà. Un piercing relativamente elementare posizionato al lato dello scroto tra il testicolo e la base del pene. La procedura è veloce e poco dolorosa.
    • Prince Albert
      il piercing intimo Prince Albert è uno tra i piercings più popolari e venne utilizzato fin dall'epoca Vittoriana. La leggenda narra che il Principe Alberto avesse un anello infilato nella punta del pene e ciò per mantenere il prepuzio all'indietro allo scopo di preservare il pene dalla sporcizia; si narra che il Principe Alberto avesse deciso di adottare questo piercing per non offendere la regina con un pene sporco.
      Il piercing intimo Prince Albert è ultimamente tornato in auge e si realizza bucando dall’uretra la base della punta del pene dove viene infilato un anello nel foro così praticato. La procedura non è dolorosa ed alquanto veloce poiché lo spessore della pelle da forare è relativamente sottile. La cicatrizzazione è altrettanto semplice e veloce.


Photo: Pratiche Sessuali Sadomaso Bdsm Extreme Piercing Capezzoli Donna
Sadomaso Bdsm Extreme Piercing
Capezzoli Femminili
Photo: Pratiche Sessuali Bdsm Extreme Piercing Grandi Labbra
Sadomaso Bdsm Extreme Piercing
Grandi Labbra
Photo: Pratiche Sessuali Sadomaso Bdsm Extreme Piercing Principe Alberto
Sadomaso Bdsm Extreme Piercing
Principe Alberto
Copyright © 1996-2017 by Dragon.it .:. All rights Reserved .:. www.dragon.it .:. Scivi al WebMaster
Ultimo aggiornamento: giovedì 19 ottobre 2017