Get Adobe Shockwave Player

Get Adobe Shockwave Player

foto
fotoHome fotoAmici fotoAnnunci fotoImmagini fotoSHOP fotoIncontri fotoRisorse fotoCuriosando foto
Tu sei qui: Home | Biblioteca | Pratiche | Enema |








Menu
Pratiche Sessuali

- Pratiche Sex
- Sex Clinical
- Enema
- Benefici
- Atrezzature
- Ricette

La parola “enema” deriva da en-hienai greca, che significa “trasmettere o iniettare in” ed è una delle più vecchie procedure mediche in uso ancor oggi. Il testo medico più antico, il Ebers egiziano Papyrus (1500 a.C.) lo menziona più volte. Vi erano medici specializzati agli scopi di amministrazione e somministrazione di enema reale. I Greci hanno scritto del fabled cioè della pulizia degli Egiziani, che inclusero la pulizia interna del loro sistema corporeo appunto con enemas. Impegnavano tre giorni successivi al mese a questa pratica poiché credevano che le malattie fossero generate dai residui tossici degli alimenti, teoria suffragata in pieno dalla moderna medicina. Gli indiani americani lo hanno inventato per mezzo di una siringa fatta da una vescica animale e di un osso vuoto. In Francia pre-rivoluzionaria un enema quotidiano dopo pranzo era di rigueur considerandolo indispensabile per la salute ma anche per avere un buon incarnato. La pulizia delle viscere è sempre stata considerata importante in oriente. A questa pratica si sono sottoposti (e tutt’ora si sottopongono) importanti figure: la più famosa è stata la compianta Lady D. che ha sempre avuto cura della sua persona. L’uso degli enemi è stato boicottatoe caduto in disuso grazie alle ditte farmaceutiche che desideravano e desiderano tutt’oggi vendere i lassativi e i purganti chimici. Solo dopo un parto o un intervento chirurgico, i medici di oggi fanno ancora ricorso all’enema (consapevoli dei danni arrecati dai lassativi chimici e dei purganti). Clistere, clisma, enema o enteroclisma sono termini che indicano la procedura di somministrazione per via rettale di sostanze liquide ai fini purgativi, medicamentosi e viene anche praticato in alcune “pratiche di umiliazione”. Occorre sapere che già in età pre-colombiana si faceva uso di clisteri “psicoattivi” ovvero si introducevano per via rettale medicine inebrianti. La pratica di assimilare sostanze per via rettale è oggi testimonianza presso diverse tribù indigene che introducono sostanze quali il tabacco, anadenanthera,ayahuasca, brugmansia e altre droghe. Nell’arte maya si trova la documentazione più ricca associata all’uso dei clisteri psicoattivi. I Maya utilizzavano clisteri più di qualunque altra bevanda alcolica fermentata, oltre che a diversi allucinogeni.
Copyright © 1996-2017 by Dragon.it .:. All rights Reserved .:. www.dragon.it .:. Scivi al WebMaster
Ultimo aggiornamento: venerdì 24 novembre 2017