Get Adobe Shockwave Player

Get Adobe Shockwave Player

foto
fotoHome fotoAmici fotoAnnunci fotoImmagini fotoSHOP fotoIncontri fotoRisorse fotoCuriosando foto
Tu sei qui: Home | Biblioteca | Pratiche | Enema |








Menu
Pratiche Sessuali

- Pratiche Sex
- Sex Clinical
- Enema
- Benefici
- Atrezzature
- Ricette

Per effettuare il clistere ci si serve di apposite perette a capacità variabile, oppure di particolari irrigatori. Nel clistere evacuativo, utilizzato per la preparazione di colonscopie, si introduce almeno un litro d’acqua, a cui si possono aggiungere glicerina o solfato di magnesio. Nel clistere purgativo, cui spesso si ricorre a sproposito per vincere la stitichezza ostinata, 200 o 300 ml. di acqua sono sufficienti a provocare una scarica. Nei clisteri medicamentosi, molto usati nelle malattie infiammatorie intestinali (colite e proctite ulcerosa, colite e malattie perianale di Chron), si somministrano cortisonici o mesalazina in soluzione acquosa. La maggior parte della gente troverà difficile mantenere la soluzione dell’enema per più di 5 minuti. Se le viscere non sono pulite l’azione peristaltica dei due punti del colon spingerà le masse fecali e produrrà una pressione intensa; in questo caso sarà bene espellere e riprovare. Se ottenete in un secondo enema uno spasmo forte e uno stimolo ad espellere, alzarsi è la cosa più sbagliata che possiate fare. Se potete attendete e la pressione sparirà in 10-15 secondi. Allora potete espellere senza sforzare. Durante la gestione dell’enema vi coricherete sulla parte sinistra, con il piede flesso: questa posizione permetterà alla soluzione di enema di fluire facilmente nei due punti del colon e nel retto. Iniziate per gradi e procuratevi tre cose inizialmente: un sacchetto o un contenitore medical, un tubo, un ugello e una cannula. Usualmente venduti alla sezione Medical del sito www.dragon.it
Copyright © 1996-2017 by Dragon.it .:. All rights Reserved .:. www.dragon.it .:. Scivi al WebMaster
Ultimo aggiornamento: lunedì 20 novembre 2017