Get Adobe Shockwave Player

Get Adobe Shockwave Player

foto
fotoHome fotoAmici fotoAnnunci fotoImmagini fotoSHOP fotoIncontri fotoRisorse fotoCuriosando foto
Tu sei qui: Home | Sessualita | fetish-feticismo |








Menu
Sessualita Fetish

- Sessualita
- Indole Sessuale
- Fetish Feticismo
- Fetish Storia
- Fetish Pratiche
- Fetish Gigli Oro
- Fetish Glove
- Fetish Pervert
- Fetish Latex
- La Pelle
- Il Piede

SESSUALITA - FETISH FETICISMO - LATEX

Il Latex nel Fetish o Feticismo

Dagli slip alle calze, dai pantaloni ai corpetti, dai guanti alle maschere, dalle gonne alle tute, il latex (altresì denominato rubber) si sta imponendo come uno dei più particolari e seducenti materiali per chi ama vivere la propria sessualità in maniera alternativa. Il "latex" (termine tecnico indicato per identificare il lattice di gomma) sta aumentando considerevolmente la schiera dei propri estimatori anche in Italia, tanto che oramai ogni sexy shop, che si rispetti deve possedere un vasto catalogo di articoli costituiti di questo materiale.

Esistono in Europa veri e propri clubs di appassionati del genere, specialmente in paesi come l'Olanda, la Germania e il Regno Unito. Il tenace abbraccio del lattice di gomma di una tuta, la soffocante pressione e l'intenso odore di una maschera sul viso sono capaci di conferire sensazioni indescrivibili, magiche. Chi ama questo materiale descrive in modo appassionato e vivido l'emozione di vedere il proprio/la propria partner inguainati in meravigliosi abiti di un nero lucente o di un rosso vivo (questi sono i due colori imperanti), e le emozioni che ne traggono potendo toccare il loro corpo così impreziosito. E' viceversa impagabile la sensazione di venire toccati, accarezzati dalla propria controparte avendo come filtro questo liscio tessuto che amplifica le sensazioni di chi riceve tali stimoli.

E' possibile trovare numerosissimi modelli di capi in questo materiale, per soddisfare ogni tipo di esigenza; esistono anche negozi che offrono capi in latex di differente spessore, a seconda della sensibilità che si vuole ottenere. Molto spesso l'appassionato di latex ama anche il sadomasochismo, senza che però tra le due cose vi sia una relazione obbligatoria. Spesso infatti il masochista ama il latex per la costrizione alla quale deve sottostare a causa della forte pressione alla quale il corpo di latex vestito è costretto, e alla sensazione di soffocamento che certe maschere piuttosto "sacrificate" forniscono.

La passione per il latex unita al sadomasochismo porta anche talvolta uomini (non necessariamente gay o bisex) ad indossare capi di foggia tipicamente femminile, ad esempio nel caso di un uomo sottomesso ad una Domina la quale voglia assegnarli il ruolo di "latex maid" (cameriera di lattice). Esistono varie forme di applicazione di questa passione, come per esempio quella denominata "Total Rubber", che prevede la chiusura assolutamente totale del corpo all'interno di abiti in gomma, generalmente con l'applicazione di maschere antigas, oppure quella che associa lo stesso "Total Rubber" a sessioni di pissing reciproco.

Chi ama sperimentare la sessualità in tutte le sue forme non può mancare di avere una sezione "latex" nel suo guardaroba per i momenti "caldi", e siamo sicuri che una volta provato con la giusta curiosità pochi sapranno resistere al fascino del "caldo abbraccio della gomma".

Alex - Latexboy


Consigli sul Latex nel Fetish o Feticismo

Siamo una coppia sposata da 12 anni, io ho 34 anni e mio marito 37. Oggi siamo entrambi soddisfatti della nostra vita sessuale, anche se negli ultimi anni il nostro rapporto cominciava a deteriorarsi. Avevamo perso l'interesse per il sesso probabilmente per l'abitudine di farlo sempre allo stesso modo, senza variazioni e fantasia, forse per colpa mia, visto che non mi attraevano le cose fuori dalla normalità e avevo sempre rifiutato le proposte di mio marito. Lui si era adattato e non aveva più insistito.

Un giorno mio marito, al ritorno di un viaggio in Germania, mi propose di provare un'esperienza un po' diversa, dalla valigia prese un pacco e mi disse di aprirlo. Dentro il pacco c'era un completo abbigliamento in lattice di gomma. C'era un body in gomma sottilissima con le cavità per i seni e uno spacco in corrispondenza della vulva. C'erano poi delle calze in gomma lunghe fino all'inguine, dei guanti che arrivavano alle spalle e per finire una maschera che ricopriva tutta la testa. Un analogo abbigliamento ma di taglia maggiore era per mio marito.

Alla vista di quel bizzarro armamentario mi spaventai e mi rifiutai persino di toccarlo e così finì in un armadio per molto tempo. Una mattina che ero a casa da sola, spinta dalla curiosità andai a curiosare nel pacco. Toccai la tuta e mi accorsi con stupore della sua morbidezza e decisi di provare a indossarla. Mi feci un bagno caldo e dopo essermi asciugata, mi cosparsi il corpo di talco. Con un po' di difficoltà riuscii a infilarmi il body molto aderente. La membrana di gomma mi comprimeva la pelle e mi dava una incredibile sensazione di benessere, la gomma tratteneva il calore della pelle e mi massaggiava il corpo ad ogni movimento. I seni, stretti dentro le coppe non avevano bisogno del reggiseno.

Mi infilai le calze e i guanti fino a chiudere ermeticamente il mio corpo dentro la tuta. Era meraviglioso ! Ero convinta che la gomma mi avrebbe dato fastidio sulla pelle, quanto mi sbagliavo. Ero praticamente nuda, ma era come se fossi vestita. Decisi di tenere la tuta fino a sera, pensando di fare una bella sorpresa a mio marito. Per sbrigare i lavori di casa indossai un grembiule, i collant neri e una paio di ciabatte. Solo le mani erano coperte dalla gomma ma se qualcuno fosse entrato in casa avrebbe pensato che erano in guanti per lavare il pavimento. Verso sera, preparata una bella cenetta a lume di candela, detti il tocco finale alla mia tenuta. Mi tolsi il grembiule e i collant, indossai la maschera che mi ricopriva completamente la testa e il viso lasciando solo liberi gli occhi e la bocca. Mi truccai gli occhi e le labbra in modo piuttosto esagerato, infilai un baby doll trasparente e per ultime le scarpe con tacco a spillo delle grandi occasioni.

Quando mi marito arrivò, trovò la casa quasi al buio, illuminata solo dalla luce delle candele e una figura in nero che lo stava fissando. Gli venne quasi un accidente e rimase a bocca aperta a fissarmi. Gli ordinai di spogliarsi, di indossare la sua tuta e di venire a tavola. Obbedì senza indugio e dopo pochi minuti si presentò a tavola indossando la sua tuta di lattice dalla quale svettava il cazzo già in erezione. Durante la cena non smise di ammirarmi e di complimentarsi per la mia decisione e mi guardava con occhi libidinosi. La serata finì a letto, con una serie di orgasmi che non ricordavamo da molti anni. Da quella volta spesso indosso la tuta anche sotto i normali abiti. Vi consiglio vivamente di provare.

Una Amica


Umiliazione del Fetish o Feticismo

Spesso si è detto che il mondo S/M è la "dimensione dei contrari", la dimensione in cui gli opposti di scontrano, per poi incontrarsi in una surreale compenetrazione, la dimensione in cui da una sensazione di dolore o di umiliazione nasce il piacere più intenso e sfrenato ...
Ebbene: chi ha veramente provato queste sensazioni in prima persona e a certi livelli, non può non essere almeno aperto a un certo tipo di discorso, al "mio" discorso, che chiameremo "feticismo e umiliazione". Troppo spesso mi sono soffermato a pensare su uno solo degli aspetti del feticismo, e cioè sull'enorme piacere fisico e mentale - che deriva sia dall'essere vestiti in un "certo" modo, sia dall'avere accanto una persona vestita in un "certo" modo.

La pelle, la plastica lucida o la gomma, sapientemente sovrapposte su un corpo, riescono a trasformarlo, a renderlo completamente diverso, modellandolo e valorizzandolo, costruendo nella realtà l'immagine che solitamente si annida nelle fantasie erotiche di ogni simpatizzante nel mondo S/M. Basta bazzicare nei posti giusti ed avere un po' di fantasia e buon gusto, e una schiava può vestirsi in modo adeguato, trasformandosi in una donna mozzafiato. A questo punto, il feticismo si abbina all'esibizionismo del Padrone, che si compiace di ammirare la sua schiava, ma anche della schiava, che si ritrova al centro dell'attenzione, che si sente guardata, ammirata e desiderata.

Fin qui, a ben vedere, non ci sarebbe molto di S/M in tutto ciò: sarebbe "solo" la variante fantasiosa di due amanti "quasi normali". Certo, a complicare (positivamente) le cose, e a dare al gioco un taglio veramente bizzarro, ci sono i materiali: primo fra tutti, la gomma. Ciò che non capisco è perché chi pratica attività S/M non sempre la abbini a un abbigliamento feticistico, mentre chi pratica il feticismo a livelli particolarmente pesanti non provi a sovrapporre al suo gioco qualcosa di tipicamente S/M.

A volte, è come se il feticismo e S/M corressero su due binari paralleli, inconciliabili ed incompatibili. Ma, almeno per me, non è affatto così. E ciò perché il feticismo non è solo una bella domina, inguainata in una tuta lucidissima, con un frusta in mano e che cammina su dei vertiginosi tacchi a spillo. E' anche un fluire di sensazioni sottilissime e contemporaneamente molto pesanti, è la base per un gioco fisico che ha delle implicazioni psicologiche estremamente complesse e gradevoli ... almeno secondo i comuni parametri del piacere.

Fortissima , comunque, è la sensazione di dipendenza soprattutto dai materiali che si indossano e, in fondo, dal proprio piacere, dalle propria voglia di godere solo in certe situazioni. Ci sono dei momenti in cui la schiava sente dentro di se il piacere "assoluto" della gomma che la avvolge. Assoluto nel senso di completo, totale, svincolato da ogni altra cosa o persona. E come fare un salto in un'altra dimensione: a un certo punto, tutto ciò che circonda quella schiava si dissolve ... Lo stesso tenore e la stessa umiliazione che la avevano mortificata sono diventati i canali principali del suo piacere.

E non c'è bisogno di stimolazioni fisiche per provocare in lei l'orgasmo, perché più forte è la misura della sua dipendenza dalla gomma, più forte è il piacere che da quella gomma deriva. E nessuna umiliazione, nessuna punizione potranno privarla di quel piacere.

LatexBoy



Foto Fetish Feticismo del Latex
Fetish Feticismo del Latex
Foto Fetish Feticismo del Latex
Fetish Feticismo del Latex
Foto Fetish Feticismo del Latex
Fetish Feticismo del Latex
Copyright © 1996-2018 by Dragon.it | All rights Reserved | www.dragon.it | Scivi al WebMaster
Ultimo aggiornamento: domenica 18 novembre 2018