Get Adobe Shockwave Player

Get Adobe Shockwave Player

foto
fotoHome fotoAmici fotoAnnunci fotoImmagini fotoSHOP fotoIncontri fotoRisorse fotoCuriosando foto
Tu sei qui: Home | Sessualita | disabili |








Menu
Sessualità Disabili

- Sessualità
- Disabili
- Disabili e Eros
- Prostitute

SESSUALITA' DISABILI

La sessualità nei disabili

Si sa che la coscenza del proprio corpo costituisce una sorta di ponte con il mondo: la sessualità diventa un linguaggio che realizza la coscenza corporea d'appartenenza e permette la soddisfazione dei bisogni di affetto, di rassicurazione e di piacere. Negli ultimi anni appunto la sessualità non è più considerata la risultante di sole pulsioni biologiche ma l'insieme di aspetti profondi della storia individuale, sentimenti, morale, educazione e componenti socio ambientali.

Soltanto da pochi decenni il tema della sessualità nei disabili è stato affrontato in modo scientifico mentre nel passato il fenomeno dei disabili con handicap o disabilità era troppo forte da poter essere staccato dal senso oggettivo della disarmonia e dai disagi effettivi per gli aspetti più normali che i disabili possa avere nel corso della vita.

Rimosso il "tabù" dell'handicap è doveroso capire che i disabili esprimono il desiderio di affetto e di contatto fisico ma che trovano difficile esternarlo in una società che considera ancora inaccettabile se non addirittura immorale; purtroppo che nostra società prevalga ancora l'atteggiamento di negazione della sessualità del disabile è un dato oggettivo e le caure sono forse da individuare nella falsa credenza che il disabile sia un eterno bambino dotato di una sessualità deformata esattamente come se si trattasse di un disabile psichico invece che un diversamente abile a livello fisico.

Nella sessualità tema dei rapporti sessuali e del sesso del disabile, troppo spesso, viene affrontato impedendo una vera autonomia del disabile ma invece considerandolo come una persone che deve dipendere da altri perche non dotata di sentimenti e mature affettività ma solo di pulsioni sessuali. Ci troveremo di fronte a differenti aspetti del problema in quanto questo dipende sovente dalla personalità dei disabili che si differenziano anche a secondo che la funzione sessuale sia integra oppure illesa e che la disabilità sussista dalla nascita o sia insorta dopo.

Il senso di inadeguatezza che i disabili hanno rende più difficile l'incontro con l'altro. Inoltre, può manifestarsi una difficoltà nello sviluppo dell'identità di genere sessuale e, sopratutto, un ostacolo nel prendere delle decisioni e nell'assumersi delle responsabilità. L'isolamento e la chiusura che possono sopraggiungere nei disabili, come difesa dall'ansia, inperdiranno ai disabili di sperimentare situazioni e comportamenti adeguati che potrebbero, invece, aiutare la persona disabile ad uscire da tale circolo vizioso, migliorando l'immagine di sé attraverso una sessualità appagante.

Per concludere rammentiamo che la sessualità dei disabili non si differenzia dalla sessualità così detta "normale" ma si differenzia unicamente per gli handicap fisici che contraddistinguono il disabile. Il disabile che accetta ed elabora il proprio schema corporeo renderà accettabile anche alla società ma sopratutto al partner l'andicap che lo contraddistingue; oltretutto va ricordato che i disabili sono persone assai più sincere e limpide rispetto a qelle persone normali in quanto passano attraverso un vissuto di sofferenza che dona una maggiore maturità.

Solo costruendo con un atteggiamento più maturo nei riguardi dei disabili potremmo contribuire alla reale reintegrazione e a dare un reale aiuto alla riabilitazione sociale e l’autonia dei disabili comprendendo che la sessualità dei disabili è un reale dirirro esappamente come il sesso.



Foto la sessualità dei disabili
la sessualita dei disabili
Copyright © 1996-2017 by Dragon.it | All rights Reserved | www.dragon.it | Scivi al WebMaster
Ultimo aggiornamento: marted 22 agosto 2017